Uruguay 1930 figurine mondiali

E' il 30 Luglio del 1930 quando l'Uruguay vince la prima coppa del mondo della storia. 

Vogliamo celebrare questa ricorrenza sfogliando il libro Figurine Mondiali nelle pagine dedicate al primo campionato del mondo della storia. 

Furono 13 le squadre partecipanti di cui solo 4 provenienti dall'Europa. 

Il libro ripercorre le figurine, anche se non sono adesive ma sono "solamente" foto presenti all'interno delle pagine, di tutte le nazionali partecipanti alla competizione. 

Per ogni nazionale sono presenti 16 figurine compresa anche quella dell'allenatore.



Al termine delle 13 squadre è inserita una sezione dedicata ad altri giocatori nella quale sono stati inseriti i protagonisti non inseriti precedentemente e le figurine degli arbitri, con la presenza del famoso belga Langenus, protagonista per aver avuto il coraggio di arbitrare la finalissima tra Uruguay e Argentina.

Le ultime due pagine sono dedicate alla foto dei campioni del mondo e ad alcuni reperti storici della manifestazione. 

Inutile dire che il lavoro di ricerca svolto è impressionante e non ci resta che lasciarvi gustare il video della collezione. 






Bebeto: figurine storiche Panini

La figurina di Bebeto nella collezione Panini dedicata al mondiale Usa '94. 


Se dovessimo scegliere una sola figurina per identificare un giocatore, quale sceglieremmo?

Torna la rubrica Figurine Storiche ed il post di oggi è dedicato a Josè Roberto Gama de Oliveira, per tutti Bebeto, uno degli attaccanti brasiliani più temuti nei primi anni '90

Con la nazionale brasiliana ha partecipato a tre edizioni della coppa del mondo, Italia '90Usa '94 e Francia '98

Nel corso della sua carriera ha realizzato 39 reti in 75 partite in nazionale. 

Abbiamo scelto per lui la figurina relativa al campionato del mondo di Usa '94, quando la nazionale brasiliana vinse il quarto titolo mondiale della sua storia. 

Nel corso della manifestazione mondiale realizzò tre reti, contro il Camerun (3-0), contro gli Stati Uniti negli ottavi di finale e contro l'Olanda nei quarti. 


figurina bebeto usa 94





Bebeto è immortalato con la tuta del Brasile aperta tanto da sembrare quasi come una sciarpa al collo. 

In alto a destra il simbolo di Usa 94 mentre la parte in basso della figurina è dedicata al nome del calciatore e alla bandiera della nazionale. 

Come per tutte le figurine della collezione sotto la figurina sono presenti: le caratteristiche fisiche, la data ed il luogo di nascita e la squadra di appartenenza. 

La sua figurina è la numero la numero 106. 


figurina brasile usa 94


Celebre la sua esultanza successiva al gol segnato contro l'Olanda dove per celebrare la nascita di suo figlio mimò il gesto di una culla.  


"Siamo diversi: Bebeto è il tipo che se ne sta a casa, io sono un gatto randagio. L’unica cosa che abbiamo in comune è che entrambi segniamo gol. Bebeto è un giocatore molto più costante di me. Per tutti I 90 minuti resta concentrato su quello che sta succedendo in campo. La mia forza invece è nel disinteresse: quando mi vedono in campo pensano che io stia addormentato. Un errore fatale per tutti!” (Romario)


Qui  alcuni grandi campioni trattati nelle edizioni precedenti della nostra rubrica Figurine Storiche

Inghilterra '96: le figurine Panini della nazionale inglese all'europeo

Tutte le figurine Panini dedicate alla nazionale inglese protagonista del campionato Europeo del 1996. 

Football comes home, il calcio torna a casa. 

Era questo lo slogan del campionato Europeo del 1996 che si disputò in Inghilterra dal 8 al 30 Giugno. 

Gli Inglesi si presentavano tra le squadre favorite per la vittoria finale. 

Quali erano i protagonisti della nazionale allenata da Terry Venables? E quali erano le figurine che la Panini decise di inserire nella  squadra inglese per la collezione Euro '96?


figurine euro 96 inghilterra



Le figurine sono venti.

Lo scudetto, la figurina di squadra e 18 calciatori. 

Dei 18 giocatori inseriti tre furono i calciatori che non furono convocati da Terry Venables: Pallister, Lee e Peter Beardsley.

Mentre tra i giocatori presenti, non inseriti dalla Panini, sono da segnalare Paul Ince e Gareth Southgate che fu lo sfortunato protagonista dell'errore decisivo dal dischetto nella semifinale contro la Germania. 

Il capocannoniere della manifestazione fu Alan Shearer con cinque reti

figurina alan shearer euro 96


Fu un grande torneo anche per Paul Gascoigne che segnò un gol incredibile contro la Scozia che ancora oggi in molti si ricordano. 

figurina gascoigne euro 96


Il gol contro la Scozia lo potete rivedere qui.








Camerun 1990. Le figurine dei leoni indomabili

Le figurine della nazionale africana che stupì il mondo nel mondiale di Italia '90.

Otto Luglio 1990, Milano, stadio San Siro.

E' qui che ha inizio la favola del Camerun.

Il colpo di testa di Omam Biyik, che sorprende un non irreprensibile Pumpido, regala alla nazionale africana la vittoria contro i campioni del mondo dell'Argentina. 

La cavalcata dei camerunensi si fermerà solo ai quarti di finale quando un rigore di Lineker, ai tempi supplementari, permetterà agli inglesi di raggiungere la semifinale. 

Ma chi sono stati i protagonisti di quella fantastica avventura?  E soprattuto quali furono le figurine inserite dalla Panini e da Euroflash nelle collezioni dedicate al mondiale? 

Iniziamo con la collezione prodotta dalla casa editrice modenese. 

Il Camerun è considerato come una squadra di secondo livello ed infatti i calciatori sono rappresentati con la classica figurina con il doppio calciatore dedicata alle nazionali meno importanti. 



Oltre allo stemma e alla figurina di squadra ci sono le figurine di: 

Bell 
Nkono 
Tataw 
Kunde
Massing 
Ebwelle 
Pagal  
Tchakounang 
M'bouh 
Kana Biyik 
M'fede
Makanaky 
Ebongue
Omam Biyik
Ekeke 
Djonkep

Nella collezione Euroflash al Camerun è dedicata una sola pagina, a differenza delle due pagine dedicate alle squadre principali. 

Le figurine presenti sono 12, di cui 11 dedicate ai calciatori e 1 figurina di squadra. 

Particolare il fatto che siano tutte con la seconda maglia da gioco, gialla con i pantaloncini rossi. 



I calciatori presenti sono: 

Bell 
Makanaky
Ebwelle
Tataw
Pagal
Klinde
Mbouh
M'fede
Ekeke
Kana Biyik 
Onana 

A differenza della collezione Panini non sono state inserite le figurine di N'kono e Omam Biyik, che furono tra i protagonisti del mondiale italiano. 

In entrambi i casi però l'assenza più evidente è un altra: quella di Roger Milla, autentico trascinatore dei leoni indomabili con 4 reti

Per ovviare a questa assenza vi proponiamo qui un video che ripercorre i suoi gol e i suoi indimenticabili balletti alla bandierina. 






Argentina '78 le nostre collezioni di figurine

Alcune collezioni di figurine per ricordare il mondiale di Argentina '78 

Il mondiale giocato nel 1978 è ricordato da sempre come il mondiale della dittatura di Videla e dei generali. 

Si tende a dimenticare che fu giocato un grande calcio e che le quattro squadre che parteciparono alle finali erano di altissimo livello. 

Uno dei ricordi migliori che si può perpetrare di Argentina '78 è sicuramente quello delle collezioni di figurine dedicate alla manifestazione. In particolare in questo post vogliamo parlarvi delle nostre tre collezioni in possesso. 

Sono prodotte, come ovvio che sia, da tre case editrici differenti: Panini, FKS, Americana Munchen.

Qui di seguito troverete i dettagli di ciascuna collezione ed i riferimenti agli articoli a loro dedicati in questo blog. 

Argentina '78 Panini 

Album Panini Argentina 78


La collezione prodotta dalla casa editrice modenese contiene 400 figurine. 

Sono presenti le figurine delle edizioni precedenti, le figurine degli stadi e un approfondimento sulle nazionali non qualificate. 

La copertina non è una delle migliori prodotte dalla Panini ma l'album è sicuramente un ottimo prodotto. 

In questo nostro articolo ne trovate il resoconto. 

Argentina '78 FKS 

Album KFS Argentina 78


Sono 448 le figurine presenti in questa collezione.

Non è presente una sezione dedicata ai mondiali precedenti, ne una sezione dedicata agli stadi in cui si svolse la manifestazione. Sono incluse però le figurine di alcune nazionali non qualificate. 

Ci piace per come sono prodotte le figurine e per l'impaginazione delle stesse.

Non condividiamo molto la scelta di inserire nella stessa pagina nazionali differenti. 

Bella la copertina anche se poco attinente con la manifestazione. 


Album America Munchen Argentina '78

                                       
Argentina 78 Americana Munchen

L'ultima collezione in nostro possesso dedicata a questo mondiale presenta 384 figurine.

Bella la sezione storica e quella dedicata agli stadi, sono state incluse anche le figurine di squadra delle nazionali non qualificate per la fase finale.

Ci piace per la scelta di includere gli allenatori tra le figurine rappresentate. 


Volete segnalarci altre collezioni dedicate a questo mondiale? 

Scriveteci sulla nostra pagina facebook Figurine Mondiali Europei












Argentina '78 America Munchen

La collezione dedicata al campionato mondiale del 1978 in Argentina prodotta dalla casa editrice Americana Munchen

Nonostante sia stato uno dei mondiali più discussi della storia per la situazione politica del paese ospitante il mondiale di Argentina '78 ci ha lasciato in eredità grandissime partite ed alcune bellissime collezioni di figurine. 

Abbiamo già parlato precedentemente delle collezione prodotta dalla Panini che trovate in questo articolo e di quella prodotta dalla casa editrice FKS che trovate qui

La raccolta di cui parliamo nel post odierno è invece prodotta da Americana Munchen

Le figurine presenti sono 384.

La copertina presenta la scritta Argentina '78 e l'immagine dei campioni del mondo in carica della Germania Ovest.  Nella quarta di copertina è presente in primo piano la mascotte Gauchito


Argentina 78 Americana Munchen

Argentina 78 quarta di copertina



La collezione inizia con le figurine dei manifesti e delle squadre vincitrici nelle precedenti edizioni

figurine argentina 78 americana munchen



Si prosegue con una sezione molto ben fatta dedicata alle città e agli stadi ospitanti la manifestazione. 

stadi argentina 78

Le nazionali presentano ciascuna 18 figurine così suddivise: 

1 stemma 
1 mascotte 
1 figurina di squadra 
1 allenatore 
14 calciatori 

I calciatori sono rappresentati talvolta a mezzo busto, talvolta in azione.
Importante a nostro avviso la presenza della figurina dell'allenatore non sempre presente nelle collezioni dedicate ai campionati mondiali di calcio ma che molto spesso è risultata una figura decisiva. 
Qui di seguito le due pagine dedicate alla Argentina campione del mondo e alla nostra nazionale.

figurine argentina argentina 78

figurine italia argentina 78




Nella parte finale sono inserite le figurine di tutte le squadre escluse, una pagina dedicata alle figurine di Gauchito in azione e una pagina che raccoglie i francobolli delle varie edizioni mondiali nel corso degli anni. 


figurine argentina 78


Qui potete rivivere la collezione sfogliandola pagina per pagina attraverso il nostro video






Hector Scarone, protagonisti mondiali

Uno dei grandi protagonisti dell'Uruguay che dominò il calcio mondiale dal 1924 al 1930. 



La figurina 

L'unica figurina in nostro possesso è la seguente, fedelmente ripresa nel libro Figurine Mondiali, che raccoglie le figurine di tutti i protagonisti mondiali dal 1930 al 1970. 




I suoi numeri con la nazionale

52 Presenze  
31 Gol 
4 Coppe America 
2 Ori olimpici 
1 Campionato mondiale 

In letteratura 

"Hector Scarone donava passaggi come offerte votive e segnava gol con una mira che affinava negli allenamenti facendo volteggiare bottiglie da trenta metri.  Lo chiamavano el Mago perchè tirava fuori i gol dal cilindro, e anche el Gardel del futbol, perchè giocando cantava come nessun altro."

Lo racconta così Osvaldo Soriano nel suo celebre Splendori e miserie del gioco del calcio

Un altro bellissimo libro e testimonianza sull'Uruguay degli anni '30 è sicuramente Quando il calcio era Celeste consigliato a tutti gli amanti del genere. 


Jorge Carrascosa figurine storiche

La figurina della settimana è dedicata a Jorge Carrascosa.

E' raro trovare una figurina di Jorge Carrascosa nelle collezioni di figurine dedicate ad Argentina '78

L'unica figurina che abbiamo trovato tra le nostre collezioni dedicate a quel mondiale è quella presente nella collezione prodotta dalla casa editrice Americana Munchen.

C'è un motivo per questo. 

L'allora capitano dell'albiceleste annunciò, a pochi mesi dall'inizio dei mondiali, che non avrebbe giocato la competizione e che si sarebbe ritirato dalla nazionale. 

"No mas Cesar" pare siano state queste le parole che Carrascosa rivolse all'allora allenatore Cesar Menotti. 

La scelta, che ebbe conferma solo successivamente, fu dettata dal non voler contribuire ad una possibile vittoria della nazionale che non avrebbe fatto altro che accrescere l'importanza del regime di Videla.

Solo molto più tardi El Lobo, come veniva soprannominato il terzino sinistro argentino, ha rilasciato un' intervista in cui ha svelato i motivi di quella scelta:

"Fisicamente e dal punto di vista tecnico stavo benissimo: ma è dentro di te, che devi essere in forma. E quello che stava accadendo mi faceva stare male. Non avrei potuto giocare e divertirmi, non sarebbe stato coerente."






Pietro Anastasi 10/06/1968

La figurina della settimana è quella di Pietro Anastasi.

Il 10 Giugno del 1968 l'Italia vinceva il suo primo (e unico sinora) campionato Europeo di calcio.

Lo faceva battendo per 2-0 la Jugoslavia in una finale che era il replay di quella giocata due giorni prima e terminata in pareggio per 1-1. 

I protagonisti della giornata erano i due realizzatori Gigi Riva e Pietro Anastasi, a cui è dedicato il nostro post odierno. 

Il centravanti originario di Catania segnava infatti il secondo gol che chiudeva definitivamente la partita. 

Con la sua rete Anastasi è ancora oggi il più giovane marcatore di una finale in un campionato europeo di calcio. 

Figurina Anastasi Euro 68

La figurina che abbiamo scelto è quella presente nella collezione Euro '68 Euro '72 prodotta da Edizioni Amatoriali Qubotondo. 

Qui invece potete trovare il video del gol.



Dieci figurine per ricordare i 50 anni di Mexico '70

Le nostre 10 figurine per ricordare il mondiale messicano del 1970


Il 31 Maggio del 1970, allo stadio Azteca di Città del Messico, iniziava il mondiale messicano.

Abbiamo scelto 10 figurine dal mitico album della Panini per ricordare i cinquant'anni di quel meraviglioso torneo. 


Figurine Mexico 70



1. Estadio Azteca 


figurina stadio azteca


E' senza dubbio uno degli stadi più riconosciuti del mondo.
Il fascino del Colosso di Santa Ursula è largamente dovuto alle partite lì disputate, compreso quell'incredibile Italia Germania 4-3 nella semifinale di Mexico '70. 
Ancora oggi fuori dallo stadio è presente una targa a ricordare quella che, dai più, è stata definita la partita del secolo.




2. Pelè

figurina pelè mexico 70


Una delle immagine più nitide quando si pensa al mondiale messicano è il suo colpo di testa nella finale contro l'Italia. Anche se in molti giudicano la più grande giocata di quel mondiale il suo quasi gol contro l'Uruguay. Non sapremmo descriverlo meglio che lasciandovi gustare il video: 


 


3. Rivera | Mazzola 


figurina rivera mazzola mexico 70


La più celebre staffetta del gioco del calcio.
Niente da aggiungere probabilmente se non ricordare il mitico gol che il pallone d'oro, originario di Alessandria, segnò nella semifinale contro la Germania. 





4. Uruguay

Forse la semifinalista meno celebrata delle quattro di Mexico '70.
Tuttavia la Celeste fece un signor cammino nella competizione messicana e fu eliminata solamente dal Brasile, futuro campione del mondo. 


figurina uruguay mexico 70




5. Franz Beckenbauer

figurina beckenbauer mexico 70


Indimenticabile la sua immagine nel corso della semifinale contro l'Italia con il braccio legato alla spalla. 



6. Gordon Banks

figurina gordon banks


Domenica 7 Giugno a Guadalajara si gioca Brasile Inghilterra.
Su un cross di Jairzinho Pelè colpisce di testa una palla che è  destinata a finire in fondo alla rete, se non che, con un incredibile tuffo, Gordon Banks compie quella che sarà ricordata come la parata del secolo.


7 Gigi Riva 

Figurina Gigi Riva Mexico 70



La sua figurina è una delle più riconosciute della collezione,  tanto da ispirare anche un docufilm sul collezionismo: Mi manca Riva
Rombo di tuono parte piano, come tutta la nazionale azzurra, per poi realizzare una doppietta nei quarti di finale contro il Messico ed un gol nella semifinale contro i tedeschi. 


8 Juanito 

figurina juanito mexico 70


Forse la mascotte più riconosciuta tra tutte quelle dei campionati del mondo.
Uno dei primi mondiali in cui iniziano ad intravedersi gli aspetti pubblicitari che verranno con le edizioni future, tanto che, ai piedi della giovane mascotte messicana, le tre strisce sulle scarpe sembrano proprio ricordare quelle di una famosa marca di scarpe.

9 Teofilo Cubillas 

figurina cubillas mexico 70



Miglior giovane del torneo.
Il numero 10 peruviano guidò una delle migliori nazionali peruviane di sempre. Eliminati ai quarti di finale solamente dal Brasile di Pelè. 


10 Gerd Muller 

figurina muller mexico 70


Il numero nove tedesco si laureò capocannoniere con 10 reti in 6 partite, una media invidiabile. 
Andò a segno in tutte le partite ad eccezione della finale di consolazione contro l'Uruguay.
Realizzò due triplette (contro Perù e Bulgaria) e una doppietta (contro gli azzurri in semifinale).




Qui potete consultare tutte le figurine della collezione: Album Panini Mexico '70