I cinque stadi con il maggior numero di partite mondiali

Quali sono gli stadi in cui si sono disputate il maggior numero di partite dei campionati mondiali di calcio? Andiamo a scoprirlo con il nostro articolo.


Solitamente si è soliti parlare dei giocatori che hanno giocato il maggior numero di partite nell'arco della competizione o nell'arco di più competizioni.
Difficilmente si parla, invece, di quali siano stati gli stadi che hanno ospitato il maggior numero di gare. E' indubbio che a condizionare questa classifica sia il fatto che in alcuni Paesi il campionato del mondo abbia avuto più di un'edizione, ma per noi, appassionati di tutto ciò che riguarda i mondiali di calcio, questo è sicuramente un plus perchè ci permette di ricordare ancor più momenti significativi.
Siamo pertanto andati a scoprire quali sono stati i cinque stadi con più partite disputate nel corso della storia dei mondiali di calcio.
Ecco la classifica:   


Stadio del Centenario, Montevideo.



Figurina Manifesto Uruguay 1930
La figurina del manifesto di Uruguay 30
Al quinto posto troviamo lo Stadio del Centenario di Montevideo.
E' l'unico stadio nei primi cinque classificati nel quale si è disputato un solo campionato del mondo.
Ma che campionato del mondo! Il primo campionato mondiale di calcio nel 1930.
Al suo interno sono state disputate dieci partite mondiali.
Lo stadio, i cui lavori iniziarono nel 1929, doveva essere pronto per la partita inaugurale del mondiale, il 13 luglio del 1930. Come spesso accade, ci furono diversi inconvenienti, soprattutto causati dal maltempo e la prima partita di un campionato mondiale di calcio si disputò nel piccolo impianto di Pocitos, con soli 1.000 spettatori.
Lo stadio fu comunque pronto per la prima partita dell'Uruguay, e ospitò tutte e cinque le partite della Celeste più altre cinque che gli permisero di arrivare alle dieci totali di cui abbiamo già parlato.

Il gol: Tra tutti i gol segnati nell'impianto vogliamo ricordare il primo, segnato da Hector Castro nella partita inaugurale, Uruguay-Perù 1-0.

La partita: Uruguay - Argentina, la prima finale di un campionato mondiale di calcio. Si giocò davanti a 80.000 spettatori, alcuni parlano addirittura anche di 100.000 e terminò 4-2 per i padroni di casa. Qui alcune immagini della partita:

Estadio Nou Camp, Leon


Lo stadio Nou Camp di Leon a differenza del Centenario di Montevideo beneficia del fatto che in Messico si siano disputati due edizioni mondiali, nel 1970 e nel 1986.
Le partite disputate all'interno dell'impianto sono state dodici, sette nel 1970 e cinque nel 1986.
Fu costruito nel 1967, con la possibilità di ospitare 31.000 persone, e venne scelto tra gli stadi ospitanti la manifestazione in entrambe le edizioni per la sua vantaggiosa posizione nella regione centrale del Messico.

Figurina Estadio Nou Camp Messico 86
Figurina Estadio Nou Camp Album Messico '86


Gerd Muller, Album Messico 70
Il gol: Gerd Muller, al 108' minuto di Germania - Inghilterra, quarto di finale del 1970, regalò la
vittoria ai tedeschi dopo che gli stessi furono in svantaggio per due a zero e ad un passo dall'eliminazione.

La partita: Urss- Belgio 3-4, ottavi di finale del 1986. Partita splendida e ricca di gol tra due grandi nazionali, da un lato l'Unione Sovietica del colonnello Lobanovskyj dall'altro la rivelazione Belgio che arriverà sino alla semifinale.





Maracanà (Estadio Jornalista Mario Filho), Rio de Janeiro.


Al terzo posto della classifica c'è forse lo stadio più famoso al mondo.
Ha ospitato due edizioni dei campionati mondiali di calcio, nel 1950 quando vi furono disputate otto partite e nel 2014 quando si giocarono sette partite.
Fu costruito in vista dei mondiali di calcio del 1950.
Originariamente pensato per ospitare 160.000 spettatori, in alcune partite si raggiunsero i 200.000 presenti.
La particolarità dello stadio è che per finanziarne la costruzione furono venduti 20.000 abbonamenti nel primo anello, le cosidette cadeiras perpetuas, che danno tuttora diritto ai possessori di poter assistere a tutte le partite disputate nell'impianto (anche quelle della nazionale) fino al 2050.
L'abbonamento infatti aveva valenza per 100 anni.

Estadio Maracanâ, Album Brasile 2014 


Gol: Il gol di Zizinho, nel girone eliminatorio del 1950, Brasile contro Jugoslavia. Fu il gol del 2-0, la particolarità? Zizinho aveva segnato poco prima un gol che l'arbitro aveva annullato, probabilmente in modo ingiusto. Lui allora lo ripetè in modo esattamente uguale, passo dopo passo.

La partita: Troppo facile scegliere, 16 luglio 1950, Brasile Uruguay, 1-2. La  partita rimase alla storia come Maracanazo, una delle più grandi tragedie sportive di sempre. Qui potete trovare il racconto di uno dei nostri protagonisti preferiti di quella partita, Obdulio Varela.

Estadio Jalisco, Guadalajara


Al secondo posto lo stadio messicano di Guadalajara.
Ha ospitato diciassette partite, otto partite nel 1970 e nove partite nel 1986.
Inaugurato il 31 Giugno del 1960, è il terzo stadio più grande del Messico e ha una capienza di 63.000 spettatori.

Estadio Jalisco, Messico 86
Estadio Jalisco, Album Messico '86


Jairzinho, Album Messico 70
Gol: Il gol di Jairzinho che permette al Brasile di battere l'Inghilterra nel gruppo 3 del 1970. E' un gol fantastico che vede coinvolti Tostao, Pelè e appunto Jairzinho. La naturalezza di Pelè è da rivedere, rivedere, rivedere. Questo gol è  descritto splendidamente nel libro Splendori e miserie del gioco del calcio di Eduardo Galeano.

La partita: La semifinale del 1970 vinta dai Brasiliani per 3-1 contro l'Uruguay, soffrendo molto più di quanto dica il punteggio tanto da andare inizialmente in svantaggio per un gol di Luis  Cubilla.





Estadio Azteca, Città del Messico 



Al primo posto non poteva che esserci lo stadio Azteca di Città del Messico.
Oltre ad essere al primo posto nella classifica degli stadi con più partite disputate, rappresenta anche, per quanto concerne la collezione di Messico '70, una  delle figurine più rare.
Lo stadio, soprattutto in patria, è conosciuto anche come il Colosso di Santa Ursula, nome dovuto da una lato dalla sua imponenza dall'altro per il quartiere all'interno del quale è costruito.
Capace di contenere sino a 105.000 persone, ha ospitato diciannove partite mondiali, dieci nel 1970 e nove nel 1986.
E' l'unico impianto, con il Maracana di Rio de Janeiro, dove si sono giocate due finali dei campionati del mondo di calcio.

Estadio Azteca, Album Messico '70



Estadio Atzeca, Album Messico'86


Il gol: Non cè molto da pensare per scegliere il gol più significativo. Ovviamente il gol del secolo, segnato da Diego Armando Maradona nei quarti di finale del 1986 contro l'Inghilterra.

La partita: Anche qui poca scelta, ItaliaGermaniaquattroatre, da leggere ovviamente tutto di seguito.
Una partita splendida tanto da essere nominata la partita del secolo.
Fuori dallo stadio Azteca è presente la targa a ricordo di quella partita che recita:
"El Estadio Azteca rinde homenaje a las selecciones de Italia (4) y Alemania (3) protagonistas, en el Mundial de 1970, del PARTIDO DEL SIGLO. 17 de junio de 1970".

Speriamo di avere riacceso i vostri ricordi attraverso il racconto di questi episodi della storia del calcio mondiale. 

Non abbiamo trovato alcuna figurina rappresentativa dello stadio Centenario di Montevideo, qualora qualcuno ne fosse in possesso vi preghiamo di segnalarcela scrivendoci sulla nostra Pagina Facebook.

Se volete continuare a leggere altri articoli sui campionati del mondo lo potete fare scoprendo le varie sezioni del nostro blog: 


Figurine Mondiali 

Storie Mondiali 

Campioni Mondiali

Nessun commento:

Posta un commento